Forse proprio il merlo quello che pi spesso devo togliere dalle grinfie dei miei gatti. Infatti i gatti non perdonano i giovani caduti a terra che non sanno ancora volare.

Uccello molto diffuso e ben conosciuto, il maschio completamente nero con il caratteristico becco giallo; mentre la femmina bruna con le parti inferiori pi chiare. Lungo circa 25 cm, apertura alare 30/40 cm e pesa 80/120 grammi. Il suo canto molto vario, gorgheggiante e melodioso, in particolare durante il periodo riproduttivo.
Costruisce il nido, (compito riservato alla femmina), sui rami degli alberi o tra i cespugli; depone 3/6 uova verdi-azzurre macchiate di bruno che cova per un paio di settimane. I piccoli, dopo due settimane dalla nascita, escono dal nido, anche se non sono ancora in grado di volare, e si nascondono in terra tra i cespugli, dove la madre costruisce un secondo nido, qui rimarranno per un paio di settimane.
Oltre ad insetti, larve, semi, molto ghiotto di frutta.
La specie caratterizzata da un marcato dimorfismo sessuale: il maschio lungo fino a 25 centimetri e presenta un piumaggio in genere completamente nero o marrone scuro; il becco, le zampe e il contorno degli occhi sono di un giallo acceso tendente all'arancione mentre la femmina di colore bruno scuro, con la gola pi chiara, striata. Il maschio immaturo nero opaco con becco scuro.

Ai merli piace venire a bere e fare il bagno nella mia fontana

Torna a "Uccelli"